Lunedì 16 settembre si è svolta, presso gli Uffici di Città Metropolitana a Milano, la prima Conferenza dei Servizi in merito al trituratore di inerti che dovrebbe sorgere in Località Fornace a Cernusco sul Naviglio.

Oltre all’Amministrazione di Cernusco sul Naviglio, la società proponente e il progettista, e i rappresentanti del “Coordinamento Sovracomunale di informazione e contrasto alla collocazione dell’impianto di triturazione di inerti di Cernusco sul Naviglio (via Fornace – Ronco) e per la Salvaguardia del territorio della Martesana”, presenti anche le Amministrazioni Comunali di Cassina de’ Pecchi e di Bussero nella persona del Sindaco Curzio Rusnati, in prima linea per ribadire il no al posizionamento dell’impianto. Assenti, invece, Arpa ed Ats.
Il confronto tra le diverse posizioni è andato avanti per oltre due ore e mezza con l’illustrazione del progetto da parte del proponente, di una sintesi dello studio di impatto ambientale, a cui è seguita l’illustrazione di obiezioni e richieste di integrazioni da parte degli enti coinvolti.

«Abbiamo ribadito il nostro secco no al trituratore perché non sono venute meno le criticità già evidenziate nelle osservazioni presentate lo scorso 30 agosto – ha spiegato il sindaco del Comune di Bussero Curzio Rusnati – In conferenza, abbiamo poi colto l’occasione per avanzare anche un problema di metodo: essere messi di fronte a fatti compiuti, seppur nel rispetto delle forme -ha sottolineato il Sindaco di Bussero- non è certo il modo migliore di affrontare problematiche di interesse sovracomunale».
Durante la Conferenza, i rappresentanti e i tecnici della società proponente, hanno illustrato la propria posizione rendendosi disponibili a valutazioni tese a garantire la sicurezza dei luoghi e delle persone. È stato infine stabilito un sopralluogo per il giorno 26 settembre e un nuovo termine per ottobre per l’integrazione alle osservazioni già presentate.

LEGGI QUI IL VERBALE DELLA CONFERENZA DEI SERVIZI

Share
This