Si sono svolte domenica 2 Aprile, in una sala gremita per l’occasione, le premiazioni per la borsa di studio alla memoria del Cavalier Pietro Marchesi, cittadino busserese classe 1917, attivissimo, molto conosciuto e apprezzato, che ha dedicato tutta la sua vita all’impegno e all’amore per il paese in cui è nato e cresciuto.

PUBBLICO PREMIAZIONI

La borsa di studio “La mia Bussero“, istituita dai famigliari che l’hanno fortemente voluta, e patrocinata dall’amministrazione comunale, ha visto per oltre un anno gli alunni delle classi terze dell’istituto comprensivo “Monte Grappa” e i loro insegnanti, impegnati a realizzare 65 elaborati con le tecniche più varie, per ricordare la figura di Pietro Marchesi, che hanno conosciuto solo attraverso la lettura del suo libro Bussero raccolta di notizie storiche’, un insieme di fatti, notizie, aneddoti e curiosità, minuziosamente ricercate dagli archivi storici e parrocchiali di allora e poi assemblate e riscritte dal Cav. Marchesi, che pubblicò il manufatto 40 fa.

IMG_1068

“Un bellissimo percorso che rende onore alla storia di questo paese e alla memoria del Cav. Pietro Marchesi -ha sottolineato il sindaco Curzio Rusnati che ci ha tenuto a partecipare fuori concorso con un suo omaggio scritto- ricordando il passato guardando il futuro, collaborando con i ragazzi che saranno i veri protagonisti del luogo in cui viviamo”.

“Gli alunni sono stati tutti bravissimi ci hanno regalato tutti grandi emozioni -ha sottolineato la figlia del Cavalier Marchesi, Domitilla Marchesi- e grazie al supporto dei loro insegnanti, hanno potuto scoprire angoli del loro paese, e la figura di un uomo che ha saputo vedere lontano, pur rimanendo fortemente legato alle sue radici e al suo passato. Un ringraziamento speciale ha poi concluso Domitilla Marchesi va alle persone che ci hanno seguito durante tutte le fasi del percorso ed in particolare alla consigliera comunale Ornella Ponzellini, alla vicepreside Prof.ssa Barbara Seleri, a tutte le insegnanti e alla Prof.ssa Mariarosa Tremolada“.

IMG_1071

A premiare i vincitori del concorso ci ha pensato lo storico sindaco busserese Aldino Galli, membro della giuria insieme a Maria Rusnati, e Innocente Girardelli, ma non prima di spendere qualche perola per dipingere un bellissimo ritratto del Cav. Marchesi, con il quale l’ex sindaco ha sempre avuto un dialogo appassionato, a volte accesso, ma sempre cortese, leale e onesto, proprio come si era soliti fare qualche tempo fa,  senza mai smettere di riconoscersi, la grande stima, il valore e l’enorme impegno “che ha portato – ha commentato l’ex sindaco Aldino Galli – a delle grandissime e lungimiranti  innovazioni nel campo dell’agricoltura e visioni sociali e culturali, impensabili per quel tempo”.

borse di studio - La giuria

“Non abbiamo valutato la tecnica pittorica ma la capacità dei giovani artisti di  valorizzare la persona e tutto ciò che ha rappresentato per Bussero la figura del Cav. Marchesi”

Ai ragazzi segnalati Tessa Pellegatta, Simona De Maio, Lorenzo Meregalli é andato un premio di consolazione di un orologio a simbolo del tempo che scorre, mentre ai vincitori  Giorgia Pivetta, Lorenzo Bronzi, un assegno del valore di 500 € consegnato dalla famiglia Marchesi e dalla Dott.ssa Cristina Carletti del Banco Desio.

IMG_1046

 

 

Share
This