Segnalare un'emergenza

Numeri di reperibilità, utili per segnalare un’emergenza:

Pronto Intervento Polizia Locale:
Centrale Operativa Cassina de’ Pecchi Tel. 029529677
Segnalazioni dalle 20:00-8:00  Tel. 0286882200

Pronto Intervento Protezione Civile:
telefonare a: 3318695033
orario: 24 ore su 24

Vigili del Fuoco – Ambulanza – Carabinieri – Polizia di Stato: 112

Segnalazioni emergenze reti comunali:
– Fognatura tel. 800661330 – 800506300
– Acquedotto tel. 800428428  (segui le manutenzioni con Pronto Intervento Live )
– Illuminazione pubblica tel. 800901050
– Gas metano tel. 800900999

Accesso Civico

L’Accesso civico semplice e quello generalizzato è il diritto di chiunque, senza necessità di indicare il motivo, di richiedere documenti, informazioni o dati in possesso del Comune di Bussero, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti.

Informazioni generali sull’ ACCESSO CIVICO

Delega funzionari incaricati accesso civico

Tabella trasparenza 2017

Numeri Telefonici Utili

Istituto Comprensivo Monte Grappa – tel. 0295039350
Segreteria scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di I° grado

Scuola dell’infanzia:
tel. 0295330979 – viale Europa, 10

Scuola primaria:
tel. 0295330398 – via F. Santi, 1

Scuola secondaria di I° grado:
tel. 0295039350 – via G. Di Vittorio, 1

Scuola dell’Infanzia Maria Immacolata:
tel. 0295039300 – via XXV Aprile, 23

Rsa Casa Famiglia per Anziani:
tel. 0295330322 – via Grandi

San Marco SpA Servizio delle Pubbliche Affissioni:
tel. 0226923026 – fax 0226950063

Elenco Tariffe Comunali

Clicca su   Elenco Tariffe Comunali – 2017   per visualizzare tutte le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali

Pagare tasse e tributi

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

IUC - Imposta Unica Comunale (IMU - TARI - TASI)

La Legge di Stabilità (Legge 27/12/2013 n.147 art.1 comma 639 – 731) istituisce l’imposta unica comunale (IUC). La IUC si compone dall’imposta municipale propria (IMU) di natura patrimoniale dovuta dal possessore di immobili escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI) a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile e nella tassa sui rifiuti (TARI) destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore.

L’Imposta Municipale Propria non si applica alle abitazioni principali e relative pertinenze, con l’esclusione però di quelle censite nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 che continuano ad essere assoggettate all’imposta e possono usufruire della detrazione di 200 euro.

Il Tributo sui servizi indivisibili (TASI) è destinato al finanziamento dei “servizi indivisibili” ovvero quelle attività che il comune rivolge indistintamente a tutta la collettività.   Esempi di servizi indivisibili erogati dal Comune sono l’illuminazione pubblica, la manutenzione del verde pubblico, il servizio di protezione civile ecc. Per il nostro comune sono assoggettate a Tasi le abitazioni principali e relative pertinenze, la base imponibile è quella prevista per l’IMU.

L’Agenzia delle Entrate è impegnata a fornire al cittadino dati e informazioni in modo completo ed efficiente: in particolare, con il servizio “CONSULTAZIONE RENDITE CATASTALI”, è possibile ottenere direttamente on line i dati catastali degli immobili.

Indicando il codice fiscale di un soggetto intestatario catastale, la provincia e il comune catastale dove si vuole eseguire la ricerca, si ottengono informazioni relative ai beni immobili situati sul territorio nazionale (escluse le province autonome di Trento e Bolzano).

La ricerca fornisce: i dati anagrafici del soggetto intestatario dell’immobile; gli identificativi catastali degli immobili intestati al soggetto; i dati relativi alla titolarità ed alla relativa quota di diritto; la rendita catastale e l’ubicazione per gli immobili censiti nel catasto dei fabbricati; i redditi dominicale e agrario per gli immobili censiti al catasto terreni.

La ricerca può essere effettuata solo su gli atti catastali ad oggi informatizzati e i beni immobili per i quali il codice fiscale utilizzato per la ricerca corrisponda a quello dell’intestatario registrato negli archivi catastali.

La Tassa sui Rifiuti (Tari) adottata dal nostro ente ha natura tributaria e non corrispettiva e la tariffa del tributo, distinta in utenza domestica e utenza non domestica, è conforme alle disposizioni contenute nel D.P.R. n. 158/1999. Presupposto per l’applicazione della Tari è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo e anche di fatto, di locali (o aree scoperte) a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati.

Le scadenze per il pagamento dei tributi elencati sono: 16 giugno e 16 dicembre, con facoltà di pagamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno.

Ufficio di competenza: Ufficio Tributi

Modulistica e documenti:

IUC Riepilogo scadenze anno 2017

IUC IMU:
IUC IMU Versamento per Residenti all’Estero
IUC IMU AIRE Novità
IUC IMU Risoluzione Agenzia Entrate Codici pagamento
IUC IMU RICHIESTA di RIMBORSO
IUC IMU PROSPETTO COMUNICAZIONE RAVVEDIMENTO
IUC IMU Polo Catastale
IUC IMU Nomina Funzionario Responsabile
IUC IMU Manifesto Dicembre 2016
IUC IMU Manifesto Giugno 2017
IUC IMU Istruzioni dichiarazione Enti non commerciali
IUC IMU Informativa per Ravvedimento
IUC IMU Guida Dicembre 2016
IUC IMU Guida Giugno 2017
IUC IMU Dichiarazione Enti non Commerciali
IUC IMU Dichiarazione Edittabile
IUC IMU DICHIARAZIONE COMODATO (solo per ANNI 2014 – 2015)
IUC IMU Dichiarazione – Modello
IUC IMU Dichiarazione – Istruzioni
IUC IMU Dichiarazione – Decreto MEF
IUC IMU COMUNICAZIONE VERSAMENTO UNICO
IUC IMU COMUNICAZIONE PERTINENZE
IUC IMU Assimilazioni Abitazione Principale
IUC IMU Aree Fabbricabili Tabella Valori – allegato a determina
IUC IMU Aree fabbricabili Relazione – allegato a determina
IUC IMU Aree Fabbricabili Determina Valore
Risoluzione 1DF per comodato

IUC TARI:
IUC TARI Pagamento saldo 2016
IUC TARI Tariffe 2017
IUC TARI Rifiuti Speciali – estratto Regolamento
IUC TARI Rifiuti Speciali Allegato a und
IUC TARI RICHIESTA RIMBORSO
IUC TARI Pagamenti Cittadini Esteri
IUC TARI Nomina Funzionario Responsabile
IUC TARI Dichiarazione inizio finud & und v1
IUC TARI Dichiarazione variazioni U.N.D. v1
IUC TARI Dichiarazione variazioni U.D v1
IUC TARI Avviso Presentazione Dichiarazione

IUC TASI:
IUC TASI Risoluzione Agenzia Entrate Codici pagamento
IUC TASI PROSPETTO COMUNICAZIONE RAVVEDIMENTO
IUC TASI Polo Catastale
IUC TASI Nomina Funzionario Responsabile
IUC TASI Manifesto Dicembre 2016
IUC TASI Manifesto Giugno 2017
IUC TASI Informativa per Ravvedimento
IUC TASI Guida Dicembre 2016
IUC TASI Guida Giugno 2017
IUC TASI DICHIARAZIONE
IUC TASI DICHIARAZIONE CONGIUNTA
IUC TASI Avviso presentazione Dichiarazione
IUC TASI Assimilazioni all’abitazione principale
IUC TASI AIRE Novità
IUC TASI RICHIESTA di RIMBORSO

IMU - Imposta Municipale Unica anni 2012-2013

Per gli anni 2012 e 2013 si applica l’Imposta Municipale Propria IMU in sostituzione dell’ICI. E’ una imposta di natura patrimoniale dovuta dal possessore e dal titolare di diritti reali,  per i fabbricati, per le aree fabbricabili e per i terreni agricoli. La base imponibile è la medesima dell’ICI con dei moltiplicatori della rendita catastale più elevati.

Il versamento dell’imposta è in due rate: la prima a giugno e la seconda a dicembre.

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione è uguale o inferiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

L’imposta non è dovuta se l’importo annuale da versare è uguale o inferiore a € 5,00.

I soggetti passivi titolari di partita IVA possono effettuare il pagamento soltanto online, mentre tutti gli altri contribuenti possono utilizzare il modello cartaceo ed effettuare il pagamento presso le banche, gli sportelli postali o gli agenti della riscossione.

Dal  2013 non è più dovuta l’IMU sull’abitazione principale ad eccezione degli immobili classificati nelle categorie A/1, A/8, A/9. Per quanto riguarda l’IMU agricola per i fabbricati rurali strumentali e per gli imprenditori agricoli professionali relativamente ai terreni è prevista l’esenzione totale dal pagamento.

Ufficio di competenza: Ufficio Tributi

Modulistica e documenti:
IMU 2012 2013 RICHIESTA di RIMBORSO
IMU 2012 2013 COMUNICAZIONE VERSAMENTO UNICO
IMU 2012 2013 Comunicazione per Residenti all’Estero
IMU 2012 2013 Comunicato MEF residenti all’estero

Addizionale comunale IRPEF

L’addizionale si applica sul reddito IRPEF dichiarato dalle persone fisiche (lavoratori dipendenti, autonomi, pensionati, ecc.) per l’anno di riferimento.

Per i lavoratori dipendenti e pensionati viene calcolata e trattenuta mensilmente direttamente dal datore di lavoro in base all’aliquota deliberata dal comune di residenza anagrafica.

I lavoratori autonomi calcolano e versano l’addizionale in unica soluzione, in base all’aliquota deliberata dal comune di residenza anagrafica, insieme al versamento del saldo Irpef annuale contestualmente alla presentazione della dichiarazione dei redditi.

L’aliquota per l’addizionale comunale Irpef per l’anno di imposta 2013 è stabilita nella misura dello 0,8% con  soglia di esenzione per redditi annui fino a € 13.000,00 (da intendersi come limite di reddito al di sotto del quale l’addizionale comunale non è dovuta e, nel caso di superamento del suddetto limite, la stessa si applica al reddito complessivo).

Collegandosi al sito del Ministero dell’economia e delle finanze all’indirizzo www.finanze.it , si possono consultare le aliquote deliberate dal comune di Bussero  anno per anno.

Ufficio di competenza: Ufficio Tributi

Occupazione suolo pubblico

La tassa occupazione spazi ed aree pubbliche è un tributo, a favore del comune, dovuto per le occupazione di qualunque natura, effettuate sul territorio del comune.

Il tributo è dovuto dal titolare dell’atto di concessione o autorizzazione, e in mancanza, dall’occupante di fatto, anche abusivo, in relazione alla superficie sottratta all’uso pubblico nell’ambito del territorio comunale.

Il territorio  del nostro comune si suddivide in 2 categorie; nella  categoria 1 rientrano le strade e altre aree del centro storico, mentre nella  categoria 2  rientrano tutte le altre.

La richiesta di occupazione del suolo pubblico, deve essere redatta in bollo (ad eccezione dei casi di esclusione previsti dalla normativa) utilizzando gli appositi modelli predisposti dall’ufficio e presentata al comune  almeno 10 giorni prima della data dell’occupazione.

Dopo l’espletamento dell’iter burocratico, l’ufficio rilascia l’apposita autorizzazione per l’occupazione, in bollo (da € 16,00).

Per le occupazioni temporanee (con durata inferiore all’anno) il tributo è dovuto in relazione al periodo di occupazione.

Per le occupazioni permanenti (con durata non inferiore all’anno) il tributo è dovuto per  anni solari a ciascuno dei quali corrisponde un’obbligazione tributaria autonoma.

Annualmente, il comune predispone i bollettini di versamento per il pagamento della tosap passo carraio e tosap permanente da inviare ai contribuenti.

Predispone inoltre le convenzioni e i bollettini di versamento della tosap temporanea per i commercianti ambulanti del mercato settimanale.

Il comune approva ogni anno le tariffe per l’applicazione del tributo.
E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Ufficio di competenza: Ufficio Tributi

Modulistica e documenti:
TOSAP DISDETTA PASSI a RASO
TOSAP FOGLIO AGGIUNTIVO per temporanea
TOSAP RICHIESTA OCCUPAZIONE PERMANENTE
TOSAP RICHIESTA OCCUPAZIONE SPETTACOLI VIAGGIANTI
TOSAP RICHIESTA OCCUPAZIONE TEMPORANEA
TOSAP RICHIESTA PASSO A RASO
TOSAP RICHIESTA PASSO CARRAIO
TOSAP Tempistica per rilascio autorizzazione

TOSAP MANIFESTO Pagamento 2017

Pubblicità e Affissioni

L’imposta comunale sulla pubblicità è un tributo dovuto sulla diffusione di messaggi pubblicitari. Sono considerati messaggi pubblicitari quelli diffusi mediante insegne, cartelli, targhe, stendardi o qualunque altro mezzo diverso da quello assoggettato al diritto sulle pubbliche affissioni.

La tassazione avviene qualora i messaggi siano esposti in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Il calcolo dell’imposta si determina in base alla superficie occupata dal mezzo pubblicitario.

Il diritto sulle pubbliche affissioni è un tributo dovuto da coloro che richiedono l’affissione in appositi luoghi di manifesti, di qualunque materiali costituiti, contenenti comunicazioni aventi finalità commerciali, istituzionali, ecc..

Il servizio di accertamento e riscossione per entrambi i tributi è gestito in regime di concessione  fino al 31/12/2019  da:

SAN MARCO SPA    VIA ROMA 9/C  20090  SEGRATE  (MI)
TEL:  02-26923026      FAX:  02-26950063  e-mail:  bussero.icpdpa@sanmarcospa.it
dal lunedì al venerdì   dalle 9,00 alle 12,00
solo il martedì e il giovedì dalle   14,30 alle 17,00
Ufficio di competenza: Ufficio Tributi

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Il Sociale per la Famiglia

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Asilo Nido

Il Comune offre il servizio di Asilo Nido comunale presso la struttura di Viale Europa 10.
Tale struttura è accreditata da Regione Lombardia e denominata “Arcobaleno”
L’accesso avviene a seguito dell’indizione di due bandi annuali (aprile e ottobre)

Domanda di iscrizione
Conferma-rinuncia inserimento
Conferma Annuale iscrizione
Richiesta permanenza pre-post asilo nido
Atto delega ritiro bimbi
Ritiro frequenza

Carta dei servizi Asilo Nido Arcobaleno

Attestato progetto pappa e nido

Centro per la Famiglia ed il Bambino - La Tana dei Leprotti

Il Centro per la Famiglia e il Bambino – “La Tana dei Leprotti” si configura quale centro di incontro e di gioco per bambini in età da nido accompagnati dai genitori o da altre figure di riferimento quali nonni, baby sitter, ecc., che non usufruiscono degli altri servizi comunali per l’infanzia al fine di promuovere il diritto alla socializzazione e al gioco di tutti i bambini  e di interagire con le agenzie educative del territorio per attivare proposte di collaborazione reciproca sollecitando esperienze di gioco e di partecipazione da parte dei bambini e delle loro famiglie.

Il servizio si svolge presso la Scuola Materna ed è rivolto a un massimo di 15 bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi e a un massimo di 15 adulti di riferimento per ciascuna giornata di apertura.

Il servizio è aperto per due mattine la settimana da ottobre a giugno.

Domanda iscrizione La tana dei Leprotti
Conferma-rinuncia inserimento
Ritiro frequenza

Carta dei servizi La Tana dei Leprotti

Centro per la Famiglia ed il Bambino - La Tana dei Leprotti

Il Centro per la Famiglia e il Bambino – “La Tana dei Leprotti” si configura quale centro di incontro e di gioco per bambini in età da nido accompagnati dai genitori o da altre figure di riferimento quali nonni, baby sitter, ecc., che non usufruiscono degli altri servizi comunali per l’infanzia al fine di promuovere il diritto alla socializzazione e al gioco di tutti i bambini  e di interagire con le agenzie educative del territorio per attivare proposte di collaborazione reciproca sollecitando esperienze di gioco e di partecipazione da parte dei bambini e delle loro famiglie.

Il servizio si svolge in Villa Casnati, via s. Carlo 5, ed è rivolto a un massimo di 15 bambini di età compresa tra i 6 e i 36 mesi e a un massimo di 15 adulti di riferimento per ciascuna giornata di apertura.

Il servizio è aperto per due mattine la settimana da ottobre a giugno.

Domanda iscrizione La tana dei Leprotti
Conferma-rinuncia inserimento
Ritiro frequenza

Carta dei servizi La Tana dei Leprotti

Sostegno educativo alle famiglie

Il Comune offre un servizio di sostegno educativo alle famiglie per i minori.

Per l’attivazione del servizio compila il modulo

 

 

Giovani

Anziani

Il Comune offre i seguenti servizi:

Assistenza domiciliare ( Compila il modulo )

Servizio di pasto al domicilio ( Compila il modulo )

Servizio di Telesoccorso ( Compila il modulo )

Centro sociale anziani in convenzione con l’ “Associazione Anziani Bussero Onlus

Servizio di accompagnamento e trasporto a richiesta in convenzione con l’Associazione Anziani Bussero Onlus

Servizio di accompagnamento e trasporto continuativo ( Compila il modulo )

Il servizio di trasporto urbano all’interno del territorio comunale è gratuito per gli Over 65 ( Compila il modulo )

Nel mese di settembre di ogni anno viene offerto un servizio di cure termali presso il centro di Trescore Balneario (BG)

Contributi

Bonus gas e bonus elettrico:
presentarsi presso l’ufficio servizi sociali con copia delle bollette di luce e gas, copia attestazione ISEE  in corso di validità e copia carta di identità del soggetto richiedente e dell’eventuale soggetto delegato

Gestione fondo disagio acuto per sostegno all’affitto:
Presentarsi presso l’ufficio servizi sociali

Modulistica per la richiesta di contributi:
– Richiesta assegno maternità
– Richiesta assegno nucleo familiare
– Contributo economico
– Richiesta riduzione Buono Pasto
– Contributo per spese funerarie

Segretariato Sociale

Cos’è lo sportello di segretariato sociale:

– Un servizio di accoglienza e ascolto, uno spazio offerto alle persone e alle famiglie che esprimono una richiesta di aiuto, portano una problematica personale che riguarda sé stessi, i propri familiari o terze persone. E’ uno spazio approfondimento e di valutazione del bisogno e successivo accompagnamento nell’attivazione delle risorse disponibili.

– Il segretariato costituisce un punto di informazione e di orientamento per i cittadini che desiderano essere informati in merito alla gamma di interventi e di servizi offerti dal sistema locale. Spesso non è semplice orientarsi nel panorama dell’offerta socio-sanitaria, non si conoscono le alternative e le opportunità a cui poter accedere. Lo sportello propone di sostenere le persone nella fase di ricerca della soluzione migliore per sé ed eventualmente accompagnarle alla presa in carico da parte del servizio sociale professionale del comune o da parte dei servizi specialistici..

– Uno spazio per sostenere le persone meno autonome nell’attivazione e gestione di pratiche complesse. Ci sono infatti situazioni in cui alcune persone, a causa di carenze fisiche, culturali, linguistiche necessitano di una prima consulenza ma anche di essere accompagnate nelle fasi di attivazione e avvio di pratiche e servizi complessi. Gli operatori dello sportello dopo aver individuato insieme alla persona quali pratiche è necessario svolgere, possono sostenerla nell’attivazione delle stesse

Orari dello sportello: l’accesso è libero il giovedì dalle 9,15 alle 11,30 e dalle 16.00 alle 18,45; in caso di necessità o per colloqui di approfondimento possono essere fissati ulteriori incontri.

Disabilità

Il Comune offre i seguenti servizi:

Servizio Assistenza domiciliare ( Compila il modulo )

Servizio di trasporto sociale ( Compila il modulo )

Assistenza educativa domiciliare ( Compila il modulo )

Contributi per le opere di abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici privati ai sensi della Legge 13/1989. Vedi Informativa “Contributi barriere architettoniche

Carta dei Servizi per persone diversamente abili

Certificati e documenti

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Richiedere il Codice Fiscale

Attribuzione del codice fiscale ai neonati

In occasione dell’iscrizione anagrafica per nascita di un bambino, l’Ufficio Anagrafe provvede ad inoltrare al Ministero delle Finanze per via telematica i dati anagrafici relativi al neonato, al fine dell’attribuzione del codice fiscale.

Come si fa:  la procedura viene svolta interamente dall’ufficio comunale, senza intervento degli interessati.
Da parte sua, il Ministero delle Finanze provvede a trasmettere direttamente alla famiglia del neonato la tessera sanitaria .

Normativa di riferimento:  L. n. 63/1993 – Circolare MIACEL n. 2/1994

Richiedere Carta d'Identità

Informazioni relative al rilascio della Carta d’identità

Con l’approvazione del decreto legge 70/2011 è stata introdotta la carta d’identità anche per i minori da 0 a 15 anni.

La carta d’identità  è rilasciata a tutti i cittadini dalla nascita con validità differenziata a seconda dell’età del titolare:

  • per i minori di 3 anni – validità 3 anni
  • per i minori dai 3 ai 18 anni – validità 5 anni
  • per i maggiori di 18 anni – validità 10 anni

La validità temporale della carta d’identità è stata estesa da cinque a dieci anni dall’art. 31 D.L. 25/6/2008 n. 112, convertito in L. 6/8/2008 n. 133, in vigore dal 26 giugno 2008.

Inoltre, per effetto di successiva modifica (art. 7 D.L. n. 5/2012 convertito in L. n. 35/2012, in vigore dal 9/2/2012), la carta d’identità è rilasciata con validità fino alla data, corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza (in base all’età, vd. sopra) che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

Come si fa: Il documento deve essere richiesto personalmente (nel caso di rilascio a minorenne, il minore deve essere presente).

Dove: Sportello Anagrafe (entrata da Piazza Diritti dei Bambini 1)

Per maggiori informazioni su rilasci a maggiorenni, minori e stranieri vedi  Info-Rilascio-Carta-Identità-e-Modulistica

Modulistica:
Richiesta Carta Identità – Modulo
Richiesta Carta Identità Minori – Mod1691
Dichiarazione Assenso genitori per Carta Identità  minori – Mod1693 

Dichiarazione Sostitutiva Atto di Notorietà - Informativa

La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà è il documento con il quale il cittadino, nei rapporti con la pubblica amministrazione ed i gestori di pubblici servizi, nonché con i soggetti privati che vi consentono, può dichiarare fatti, stati, qualità , requisiti personali a sua diretta conoscenza (ad esempio: di essere il legittimo erede di una persona deceduta, di avere venduto un bene, ecc.), non rientranti nei casi previsti per le dichiarazioni sostitutive di certificazione.

Tale dichiarazione, che il dichiarante deve sempre rendere nel proprio interesse, può anche riguardare stati, qualità personali e fatti relativi ad altri soggetti, dei quali egli sia comunque a diretta conoscenza.

Info su: Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

Modulistica:
Dichiarazione Sostitutiva Atto Notorietà ART 47

Dichiarazione Sostitutiva di Certificazioni - Informativa

La dichiarazione sostitutiva di certificazione è il documento con il quale il cittadino, nei rapporti con la pubblica amministrazione ed i gestori di pubblici servizi, nonché con i soggetti privati che le accettano, attesta in modo definitivo (senza cioè dover produrre i relativi certificati, neppure in un secondo momento) fatti, stati e qualità personali (art. 47 DPR 445/2000) ed i certificati (art. 46 DPR 445/2000) riportati nel’allegato documento

Si ricorda che dal 1/01/2012 Legge 183/2011 gli Enti Pubblici e gli esercenti di pubblici servizi sono obbligati ad accettare l’autocertificazione e non possono richiedere al cittadino certificati.

Info su:  Dichiarazioni sostitutiva di certificazione

Modulistica:
Modello Autocertificazione art 46 (mod.1698_132)

Certificazioni Anagrafe e di Stato Civile

Fermo restando che la pubblica amministrazione ed i gestori di pubblici servizi hanno l’obbligo di accettare l’autocertificazione e non possono richiedere certificati al cittadino, l’Ufficiale di anagrafe rilascia a coloro che ne facciano spontanea richiesta documenti che riportano dati desunti dai registri anagrafici.

Info su :    Certificazioni anagrafiche e di stato civile

Certificazioni Anagrafiche Storiche

Fermo restando che la pubblica amministrazione ed i gestori di pubblici servizi hanno l’obbligo di accettare l’autocertificazione e non possono richiedere certificati al cittadino, l’Ufficiale di anagrafe rilascia a coloro che ne facciano spontanea richiesta certificazioni relative a situazioni trascorse, ad esempio la composizione della famiglia ad una certa data o i cambi di abitazione di un cittadino all’interno del comune stesso.

Info su :   Certificazioni anagrafiche storiche

Legalizzazione della Fotografia

Legalizzazione della fotografia

Per il rilascio di alcuni documenti personali (ad es. patente di guida ecc.), è necessario procedere alla legalizzazione della fotografia del titolare. In tali casi, le fotografie sono legalizzate dal medesimo ufficio competente al rilascio del documento personale, se presentate direttamente dall’interessato.
Su richiesta di quest’ultimo, le fotografie possono essere legalizzate anche dal dipendente incaricato dal Sindaco.

Cosa occorre: Occorre presentarsi personalmente presso lo Sportello Anagrafe muniti di una fotografia recente a capo scoperto e di un documento di identità valido.

Quanto costa: Quando, a richiesta dell’interessato, la fotografia è legalizzata dal dipendente incaricato dal Sindaco per il rilascio di un documento personale di competenza di altra pubblica amministrazione (ad es. patente di guida, porto d’armi, ecc.), il costo è di Euro 0,26 per  diritti di segreteria.
La legalizzazione delle fotografie prescritte per il rilascio di documenti personali non è soggetta al pagamento dell’imposta di bollo.

Tempi: A vista.

Normativa di riferimento: T.U. n. 445/2000

Passaggio di proprietà di beni mobili registrati

Il D.L. n. 223 del 04/07/2006 (“Decreto Bersani”), convertito nella Legge 4/8/2006 n. 248, ha introdotto la possibilità di autenticare in Comune le firme nei passaggi di proprietà di beni mobili registrati (autoveicoli e motoveicoli, nei casi più frequenti, ma anche rimorchi, barche), attività prima riservata esclusivamente ai notai.

Sono autorizzati ad autenticare le firme degli atti, oltre agli uffici comunali e ai notai anche: Sportelli Telematici dell’Automobilista (STA), Delegazioni ACI e Imprese di Consulenza Automobilistica (Agenzie Pratiche Auto), Uffici Provinciali dell’ACI che gestiscono il P.R.A.

Info su :   Passaggio di proprietà beni mobili registrati

Autocertificazioni

Autocertificazioni

In base alla legge n. 445/2000 tutti i cittadini possono autocertificare, su apposito modello od anche semplicemente su un foglio bianco, le certificazioni elencate nel sottostante modulo “Autocertificazioni art 46

Basta firmare il modello, apporre la data ed allegare fotocopia del documento d’identità.

Si ricorda che dal 1/01/2012 Legge 183/2011 gli Enti Pubblici e gli esercenti di pubblici servizi sono obbligati ad accettare l’autocertificazione e non possono richiedere al cittadino certificati.

Modulistica:
Dichiarazione Sostitutiva Atto Notorietà ART 47
Mod.Autocertificazioni art 46 (mod.1698_132)

Passaporto

Ufficio Competente al rilascio del Passaporto è la QUESTURA

E’ attivo il servizio di prenotazione online (“Agenda passaporto”), che consente ai cittadini di registrarsi e prenotare, direttamente via web, l’appuntamento presso gli Uffici di Polizia, nel giorno e nell’ora desiderati, collegandosi al sito:     https://www.passaportonline.poliziadistato.it

I cittadini residenti nel nostro comune, qualora sprovvisti di collegamento internet, possono recarsi presso l’Ufficio Anagrafe per effettuare la prenotazione online e per l’eventuale assistenza per la compilazione delle domande negli orari di apertura al pubblico.

A partire dal 26 giugno 2012, i minori che viaggiano devono avere ciascuno il proprio documento di viaggio individuale e non possono pertanto essere iscritti sul passaporto dei genitori.
Inoltre è necessario, anche in presenza di figli minori naturali conviventi con uno solo dei genitori o di figli legittimi affidati ad un solo dei genitori separati, ottenere l’assenso di entrambi i genitori.

Per maggiori informazioni e aggiornamenti rimandiamo al sito: http://www.poliziadistato.it

Autenticazione di sottoscrizione

Il recente Testo Unico n. 445/2000 sulla documentazione amministrativa ha pressoché eliminato l’istituto dell’autentica della firma. L’autenticità della sottoscrizione in qualsiasi istanza o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà da produrre agli organi della pubblica amministrazione o ai gestori di servizi pubblici è garantita mediante:

  1. la sottoscrizione in presenza del dipendente addetto;
  2. la trasmissione dell’istanza o della dichiarazione stessa unitamente a fotocopia non autenticata di un valido documento d’identità del sottoscrittore.

Info su :    Autenticazione di sottoscrizione

Autenticazione di copie di atti e documenti

L’autenticazione di copie di atti e documenti può essere effettuata dal pubblico ufficiale dal quale è stato emesso o presso il quale è depositato l’originale o al quale deve essere consegnato il documento nonché dal cancelliere, segretario comunale o altro funzionario incaricato dal sindaco. Naturalmente, resta ferma la competenza generale del notaio.

Info su :    Autenticazione copie di atti e documenti

Richiedere/Variare la Residenza

Informazioni per richiesta Residenza in tempo reale

Chi cambia comune, indirizzo o si trasferisce all’estero deve comunicarlo all’Ufficio Anagrafe, entro 20 giorni dal trasferimento.

Con l’entrata in vigore delle norme previste dal decreto in materia di semplificazione e sviluppo (D.L. n.5 del 9 febbraio 2012),  l’Ufficiale d’Anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni di cambio residenza o di indirizzo,  effettua le iscrizioni anagrafiche. Gli effetti giuridici delle iscrizioni anagrafiche decorrono dalla data della dichiarazione.

Info su : Cambio di residenza o di indirizzo in tempo reale
Note su Cambio residenza – Modulo 1687_Allegato-B

Cambio di residenza o di indirizzo

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

L’allegato modulo deve essere compilato, sottoscritto e presentato presso l’ufficio anagrafico del comune ove il richiedente intende fissare la propria residenza, ovvero inviato agli indirizzi pubblicati sui sito istituzionale del comune per raccomandata, per fax o per via telematica.

Quest’ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l’autore sia identificato dal sistema informatica con l’uso della carta d’identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l’individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di pasta elettronica certificata del richiedente.
  4. che la copia della dichiarazione recante La firma autografa del richiedente sia acquisita mediante scanner e trasmessa tramite pasta elettronica semplice.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza unitamente al richiedente che, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo.
Il cittadino proveniente da uno Stato estero, ai fini della registrazione in anagrafe del rapporto di parentela con altri componenti della famiglia, deve allegare la relativa documentazione, in regola con le disposizioni In materia di traduzione e legalizzazione dei documenti.

Il cittadino di Stato non appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata · nell’allegato A) presente nella sezione “Iscrizione anagrafica per cittadini stranieri NON appartenenti all’UE”.

Il cittadino di Stato appartenente all’Unione Europea deve allegare la documentazione indicata nell’allegato B) presente nella sezione “Iscrizione anagrafica per cittadini stranieri appartenenti all’UE”.

Il richiedente deve compilare il modulo per se e per le persone sulle quali esercita la potestà o la tutela.

* Dati obbligatori. La mancata compilazione dei campi relativi a dati obbligatori comporta la non ricevibilità della domanda.
** Dati d’interesse statistico.
*** Dati d’interesse del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti- Dipartimento peri trasporti terrestri (artll6, comma II, del C.d.S.).

Scarica modulo MODELLO RESIDENZA (2050)

Iscrizione anagrafica per cittadini stranieri appartenenti all'UE

Cittadini appartenenti all’Unione Europea: (Austria, Belgio, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo,Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria). Sono equiparati ai cittadini comunitari anche i cittadini NON comunitari dei seguenti Stati: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera, Rep. San Marino.

Anche ai cittadini dell’Unione Europea si applicano le disposizioni in materia di  CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE.

In caso di soggiorno superiore a tre mesi, l’iscrizione anagrafica è obbligatoria (D.Lgs 30/2007 in attuazione della direttiva 2004/38/CE) .

Occorre essere in possesso di passaporto o documento di identità valido per l’espatrio e trovarsi in determinate condizioni (vedi info allegate)

Info su : Iscrizione Anagrafica per i cittadini stranieri appartenenti ad UE

Note su Cambio residenza – Modulo 1687_Allegato-B

Iscrizione anagrafica per cittadini stranieri NON appartenenti all'UE

Anche ai cittadini non appartenenti all’Unione Europea, si applicano le disposizioni in materia di CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE per la quale si fa rinvio all’apposito link sotto riportato.

La documentazione da presentare, allegata alla domanda di iscrizione anagrafica, è la seguente:

  1. Cittadino in possesso di titolo di soggiorno in corso di validità
Copia del passaporto o documento equipollente in corso di validità *
Copia del titolo di soggiorno in corso di validità*
Copia degli atti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione della famiglia.**
  1. Cittadino in possesso di titolo di soggiorno in corso di rinnovo
Copia del passaporto o documento equipollente in corso di validità.*
Copia del titolo di soggiorno scaduto.*
Ricevuta della richiesta di rinnovo del titolo di soggiorno.*
Copia degli atti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione della famiglia.**
  1. Cittadino in attesa del rilascio del primo permesso di soggiorno per lavoro subordinato
Copia del passaporto o documento equipollente in corso di validità; *
Copia del contratto di soggiorno presso lo Sportello Unico per l’immigrazione;*
Ricevuta rilasciata dall’ufficio postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di permesso di soggiorno,*
Domanda di rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato presentata allo Sportello Unico;*
Copia degli atti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione della famiglia.**
  1. Cittadino in attesa del rilascio del permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare
Copia del passaporto o documento equipollente in corso di validità;*
Ricevuta rilasciata dall’ufficio postale attestante l’avvenuta presentazione della richiesta di permesso;*
Fotocopia non autenticata del nulla osta rilasciato dallo Sportello unico;*
Copia degli atti originali, tradotti e legalizzati, comprovanti lo stato civile e la composizione della famiglia.**

*   documentazione obbligatoria;
**documentazione necessaria per la registrazione nell’anagrafe del rapporto di parentela e per il rilascio della certificazione.

Note su Cittadini Stranieri : Scarica Allegato A

Trasferimento di residenza all'estero per cittadini Italiani (AIRE)

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero comprende i nominativi dei nostri concittadini che trasferiscono all’estero la propria residenza per un periodo superiore ad un anno. L’iscrizione all’A.I.R.E. da’ diritto di ottenere le varie certificazioni: residenza, stato di famiglia, ecc., compresa la carta d’identità.

Cosa occorre: Documento di identità; codice fiscale.

Come si fa: La comunicazione di trasferimento all’estero può essere fatta:
– all’ufficio Anagrafe ed all’Ufficio consolare italiano nel Paese di emigrazione;
– direttamente all’Ufficio consolare, senza presentarsi all’Anagrafe del Comune.

Nell’imminenza della partenza, si può comunicare all’ufficio Anagrafe di essere in procinto di trasferire all’estero la propria residenza. Al momento dell’arrivo nel Paese estero, l’interessato deve comunque presentarsi presso l’Ufficio consolare competente per confermare il trasferimento della propria residenza in quella circoscrizione consolare, sottoscrivendo l’apposito modello, il quale verrà trasmesso al Comune.

Non appena ricevuto tale modello, il Comune provvederà a spostare la scheda anagrafica dell’interessato dallo schedario della popolazione residente allo schedario AIRE, con decorrenza dalla data della comunicazione all’ufficio Anagrafe da parte dell’interessato.

In caso di comunicazione fatta direttamente all’Ufficio consolare, la decorrenza sarà quella del ricevimento del modello da parte del Comune.

Tempi: I tempi dipendono dalla dichiarazione di trasferimento resa all’Ufficio consolare da parte dell’interessato e dal ricevimento della conferma di iscrizione da parte del Comune.

Normativa di riferimento: Legge n. 470/1988 – D.P.R. n. 223/1989

Dichiarazione di consenso residenti stessa abitazione

Dichiarazione di NON parentela

Dichiarazione assenso per trasferimento di minore

Dichiarazione di Residenza senza fissa dimora

Dichiarazione Trasferimento Residenti Estero

Matrimonio

Pubblicazioni di Matrimonio

La pubblicazione di matrimonio deve essere richiesta all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune dove uno degli sposi ha la residenza.

Per i cittadini italiani residenti all’estero, è competente il relativo Ufficio Consolare.

L’atto di pubblicazione resta affisso presso la Casa Comunale per otto giorni consecutivi.

Il matrimonio può essere celebrato a partire dal 4° giorno della compiuta pubblicazione ed entro i successivi 180 giorni.

Info per :
Pubblicazioni di matrimonio
Guida per i nubendi matrimonio religioso
Guida per i nubendi matrimonio civile

Scarica i moduli:
Pubblicazioni di Matrimonio modulo

Matrimonio Civile

Il matrimonio civile viene normalmente celebrato nel Comune in cui è stata fatta la richiesta di pubblicazioni, ossia il comune di residenza di almeno uno degli sposi.

Se, per ragioni particolari, una coppia, non residente, voglia sposarsi in questo Comune, deve farne apposita richiesta motivata al Sindaco.

Occorre presentare la seguente documentazione:

  • un documento d’identità
  • il nulla osta rilasciato dall’Ufficio di Stato Civile del loro Comune di residenza dove avranno effettuato le pubblicazioni di matrimonio.
  • la fotocopia della carta d’identità di n.2 testimoni.

Info per: il Matrimonio Civile

Ulteriori sedi per le celebrazioni del rito civile oltre alla sede del Palazzo Comunale
Villa Casnati e Villa Radaelli

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Separazione e divorzi

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali  nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Divorzio Breve

Dall’ 11 dicembre 2014, con decreto legge n.162/2014, sono entrate in vigore delle procedure semplificate per separazioni e divorzi.

I coniugi che consensualmente intendono separarsi, divorziare o modificare le precedenti condizioni di separazione o divorzio possono:

  1. avvalersi della procedura di negoziazione assistita, che consiste in un accordo con l’assistenza di almeno un legale per parte;

oppure

  1. rivolgersi all’ufficiale dello stato civile ma solo nel caso in cui ricorrano determinate condizioni.

Info su Divorzio breve

Scarica Moduli:
Modulo Accordo separazione e divorzio
Modulo modifica codizioni separazione e divorzio

Unioni Civili

La legge 20 maggio 2016 n.76 (“Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 118 del 21 maggio 2016, è entrata in vigore il 5 giugno 2016.

In data 29 luglio è entrato in vigore il decreto del Presidente del consiglio dei Ministri n. 144 del 23/07/2016 recante la disciplina transitoria relativa alle disposizioni previste dalla legge 76/2016.

Leggi le  Informazioni generali per le Unioni civili

Modulo di  Richiesta Costituzione Unione Civile

Convivenze di Fatto

La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni, di sesso uguale o diverso, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, residenti nel Comune di Bussero, coabitanti e iscritte sul medesimo stato di famiglia.

Leggi  L’informativa su Convivenze di fatto

Modulo per la Dichiarazione Convivenze di fatto

 

Decessi

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune e/o come da normative statali nella sezione  ” Elenco Tariffe Comunali

Denuncia di Morte

La dichiarazione di morte deve essere fatta entro 24 ore dall’evento all’ufficiale dello Stato Civile del luogo di decesso.

La dichiarazione è fatta da uno dei congiunti o da persona convivente col defunto o da un loro delegato o, in mancanza, da persona informata del decesso.

Se la morte è avvenuta in ospedale, casa di cura o di riposo o altro istituto, il direttore deve trasmettere avviso della morte all’ufficiale dello Stato Civile entro 24 ore.

Come si fa: dopo avere ricevuto la documentazione, l’Ufficiale di Stato Civile compila l’ atto di morte il quale verrà sottoscritto anche dal dichiarante se il decesso è avvenuto in abitazione.

Cosa occorre: Notifica di morte del medico curante. – Accertamento di morte del medico necroscopo.
Scheda ISTAT compilata dal medico necroscopo.

Normativa di riferimento: Ordinamento dello Stato Civile (D.P.R. n. 396/2000) – Testo Unico Leggi Sanitarie (R.D. n. 1265/1934) – Regolamento di Polizia Mortuaria (D.P.R. 285/1990)

Funerali

Ufficio Competente: I funerali sono autorizzati dall’Ufficio dello Stato Civile.

Cosa occorre: Domanda di autorizzazione al trasporto, n. 2 marche da bollo da € 16,00

Quanto costa: Il costo del trasporto è a carico dei richiedenti: il servizio è da affidarsi alle imprese autorizzate operanti in regime di libera concorrenza.

Normativa di riferimento: Regolamento nazionale di polizia mortuaria D.P.R. 10/9/1990 n. 285 – Legge Regionale 30/12/2009 n. 33 – “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” – Regolamento regionale in materia di attività funebri e cimiteriali 9/11/2004 n. 6 – Regolamento comunale di polizia mortuaria ed attività funebri e cimiteriali.

Sepolture cimiteriali

Sono ammesse sepolture ad inumazione (ossia in terra – campi comuni), oppure sepolture a tumulazione (ossia in manufatti cementizi) posizionati sotto terra – tombe – loculi e cellette.

La sepoltura in campo ad inumazione avviene con autorizzazione dell’Ufficio dello Stato Civile.

Nei campi possono essere accolti i deceduti nel territorio del Comune di Bussero; i deceduti aventi, al momento del decesso, la residenza nel Comune di Bussero; i deceduti ricoverati presso la casa di riposo di Bussero.  La durata della sepoltura nel campo ad inumazione è di dieci o trenta anni.

Info su :    Sepolture Cimiteriali

Modulistica:
Regolamento comunale di polizia mortuaria ed attività funebri e cimiteriali

Per le Tariffe Comunali si rimanda alla voce “Come Fare per … / Elenco Tariffe Comunali

Cremazione

La cremazione viene autorizzata dall’Ufficio dello Stato Civile .

La cremazione è autorizzata nel rispetto della volontà espressa dal defunto o dai suoi familiari attraverso le modalità riportate al dettaglio nelle info allegate

Info sulla   Cremazione

Elettorale

Tessere Elettorali

A partire dal 2001, ogni elettore ha ricevuto una tessera elettorale personale.

La tessera è il documento che permette l’esercizio del voto e che attesta la regolare iscrizione del cittadino nelle liste elettorali del Comune.

Per poter esercitare il diritto di voto l’elettore si deve presentare al seggio di appartenenza con la propria tessera elettorale unitamente alla carta d’identità o altro documento equipollente.

Info per le Tessere Elettorali

Certificato di iscrizione nelle liste elettorali

Può essere necessario certificare di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune, ai fini, ad esempio, della candidatura ad una competizione elettorale. A tale riguardo, con una recente pronuncia, il Consiglio di Stato ha affermato che, per la specialità ed il rigoroso formalismo che caratterizzano i procedimenti elettorali, non si applicano ad essi le norme sull’autocertificazione.

Come si fa: Il certificato deve essere chiesto allo sportello dell’ Ufficio Anagrafe e viene rilasciato gratuitamente.

Tempi: A vista.

Normativa di riferimento: D.P.R. 223/1967

Raccolta sottoscrizioni per la presentazione di candidature alle elezioni

Per essere ammesse alla competizione per le elezioni politiche o amministrative, le candidature devono essere presentate da un numero variabile di sottoscrittori, iscritti nelle liste elettorali del Comune.

Info sulla Raccolta di sottoscrizioni per candidature alle elezioni

Iscrizione all'Albo dei Presidenti di seggio elettorale

Presso la cancelleria della Corte d’Appello di Milano è tenuto l’ albo dei presidenti di seggio elettorale.
L’ albo viene aggiornato annualmente dall’Ufficio Elettorale dal Comune.
Le domande devono essere presentate all’ufficio Elettorale entro il mese di ottobre di ogni anno.

Info su Iscrizione Albo Presidenti di Seggio Elettorale

Scarica Modulo Iscrizione Albo Presidenti di Seggio Elettorale – Mod 1711

Iscrizione all'Albo unico degli Scrutatori

Il Comune provvede alla tenuta ed all’aggiornamento annuale dell’albo unico degli scrutatori.

Per essere inclusi in tale albo occorre presentare apposita domanda entro il mese di novembre di ogni anno.

Info su Iscrizione Albo Scrutatori

Scarica Modulo di Iscrizione Albo Scrutatori – Mod 1713

Iscrizione all’ Albo dei Giudici Popolari

L’ Albo dei Giudici Popolari, istituito ai sensi della Legge 10/4/1951 n. 287, è l’elenco delle persone qualificate a ricoprire la posizione di giudice popolare presso la Corte D’Assise di primo e di secondo grado. Tali giudici sono chiamati a comporre, a seguito di estrazione a sorte, il Collegio giudicante della Corte d’Assise e della Corte d’Assise d’Appello, per una precisa prescrizione della Costituzione (art. 102, terzo comma), che prevede espressamente forme di partecipazione diretta del popolo all’amministrazione della giustizia.

Info su Iscrizione Albo Giudici Popolari

Scarica Modulo di Iscrizione Albo Giudici Popolari – Mod 1714

Cittadinanza

Ottenere Cittadinanza Italiana per naturalizzazione

La cittadinanza italiana può essere concessa con decreto del Presidente della Repubblica, sentito il Consiglio di Stato, su proposta del Ministero dell’Interno, a determinate categorie di stranieri. (vedi info)

La cittadinanza può essere altresì concessa allo straniero quando questi abbia reso eminenti servizi allo Stato, ovvero quando ricorra un eccezionale interesse dello Stato.(vedi info)

Info su : Acquisto della cittadinanza italiana per naturalizzazione

Ottenere Cittadinanza Italiana per matrimonio

La cittadinanza italiana può essere richiesta dal coniuge di cittadino italiano che risiede legalmente in Italia da almeno due anni dopo il matrimonio (tali termini possono essere ridotti in caso in presenza di figli nati o adottati dai coniugi), oppure dopo tre anni dalla data del matrimonio, se residente all’estero.

Info su : Acquisto della cittadinanza italiana per matrimonio

Ottenere Cittadinanza Italiana per beneficio di legge

La cittadinanza italiana può essere concessa per beneficio di legge a determinate categorie di stranieri.

  1. Lo straniero o l’apolide del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini italiani diviene cittadino solo a seguito di determinati requisiti (vedi file allegato)
  2. Lo straniero nato in Italia, che vi abbia risieduto ininterrottamente fino al raggiungimento della maggiore età, diviene cittadino se dichiara di voler acquistare la cittadinanza italiana entro un anno dalla suddetta data.

Info su : Acquisto della cittadinanza italiana per beneficio di legge

Avere consulenza giuridica

SPORTELLO GIURIDICO

E’ attivo presso gli uffici comunali, lo Sportello giuridico, avente lo scopo di fornire ai residenti di Bussero l’opportunità di tentare la mediazione non contenziosa dei conflitti di piccola entità riconducibili ai rapporti di buon vicinato, familiari, alla materia condominiale ed alla tutela del consumatore.

Il servizio è gratuito e vi si può accedere PREVIO APPUNTAMENTO con la segreteria comunale al n. 02/9533326.

Lo sportello è aperto il Giovedì sera.

Segnalazione danni a persone e/o cose

Nel caso di eventi con conseguenti danni a persone e/o cose sul territorio di Bussero, è possibile presentare una segnalazione per avviare l’istruttoria di verifica dell’eventuale sussistenza di responsabilità imputabile al Comune di Bussero.

( Compila il modulo )

Ottenere PIN e PUK per la CRS

Il cittadino per accedere ai servizi online comunali, regionali o della PA Centrale deve procurarsi il codice PIN della propria CRS come chiave di accesso in rete. La richiesta può essere fatta presso il nostro Comune presentandosi all’ufficio “protocollo/informazioni” muniti della propria carta CRS e di un documento di identità.

E’ possibile il rilascio del codice PIN anche per i figli minorenni per i quali, oltre la tessera CRS, è sufficiente compilare e presentare il modulo per cittadini minorenni.

L’intestatario della CRS può delegare al ritiro del PIN anche un’altra persona presentando il modulo per cittadini maggiorenni compilato e corredato dal documento d’identità di entrambe le persone e dalla CRS del delegante.

Attraverso la CRS è già possibile accedere:

  • ai servizi Socio Sanitari quali: Prenotazioni sanitarie – Consultazione del fascicolo sanitario elettronico (FSE), Scelta o Revoca del medico;
  • ai servizi Regionali quali: Dote scuola, Dote formazione, Dote lavoro, Accesso catasto unico regionale impianti termici;

Il PIN della CRS è la chiave personale per accedere in forma sicura, veloce e facile al servizio e per garantire la privacy, la sicurezza dei dati e l’identificazione certa. Unitamente al PIN/PUK è necessario che il cittadino sia in possesso di un lettore di Smart Card.

Il software CRS compatibile con il proprio computer è scaricabile gratuitamente dal sito www.crs.lombardia.it nella sezione “Come si usa la CRS \ Scarica il Software”

Scarica il modulo per la richiesta (minorenni) 

Scarica il modulo per la richiesta (maggiorenni)

Biblioteca

La Biblioteca Comunale è situata in via Gotifredo da Bussero, 1

ORARIO BIBLIOTECA
Lunedì……: Chiuso
Martedì….: 14,00 – 18,00
Mercoledì: 14,00 – 18,00
Giovedì….: 14,00 – 20,00
Venerdì….: 14,00 – 18,00
Sabato…..: 10,00 – 12,30   14,00 – 17,30
Domenica: _9,30 – 12,30

ORARIO SALA STUDIO
Lunedì……: _9,30 – 23,00
Martedì….: 10,30 – 23,00
Mercoledì: 10,30 – 18,00
Giovedì….: 14,00 – 23,00
Venerdì….: 10,30 – 18,00
Sabato……: 10,00 – 17,30
Domenica: _9,30 – 17,00

 

Servizi offerti  Prestito Interbibiotecario

I servizi on line di Biblioclick

Partecipare alle Fiere

BUSSERO in Festa

Per poter esporre in occasione dell’evento Bussero in Festa è necessario fare domanda, presso l’Ufficio Istruzione, Cultura e Sport, commpilando i seguenti moduli:

Scheda di adesione Bancarella
Modalità svolgimento mercatino 2017
Dichiarazione sostitutiva atto di notorietà 2017

Una volta effettuata la richiesta, è necessario attendere una comunicazione (e-mail o telefonica) da parte dell’Ufficio di competenza a conferma o meno dell’ammissione ad esporre.

Per maggiori informazioni è possibile fare riferimento all’Ufficio:

ISTRUZIONE, CULTURA e SPORT
Comune Di Bussero – P.za Diritti dei Bambini, 1 – Bussero
Tel. 02/9533355 – 02/9533356
festa@comune.bussero.mi.it

Affittare sale nelle Ville comunali di Bussero

Il servizio di prenotazione e gestione delle Ville di Bussero, è gestito dall’ufficio Cultura del Comune.
Per informazioni ed prenotazioni, chiamare il numero 029533355/56  oppure inviare una mail a villecomunali@comune.bussero.mi.it

Richiesta Prenotazione

Ville Comunali-Cenni storici

E’ possibile visualizzare le tariffe approvate dal Comune  per l’utilizzo degli spazi nelle Ville Comunali nella sezione   ” Elenco Tariffe Comunali

Cimitero

Si accede al Cimitero Comunale attraverso i cancelli di via Don Carugo e via Milano

Orari di Apertura

Servizio di Illuminazione votiva – gestito dalla ditta S.I.E.M. di Cremona, per l’attivazione telefonare al 0372.460034

Muoversi in Paese

Il servizio di trasporto all’interno del territorio comunale è gratuito per gli Over 65  ( Compila il modulo )

Trasporto Locale - Tabella Orari

Servizio prestato presso il Comune

Qualora un ex dipendente del Comune debba richiedere le certificazioni per il servizio prestato ad uso pensione, ricongiunzione etc., dovrà presentare richiesta scritta  ( Compila il modulo  )

UNICEF: Cittadinanza onoraria

Il nostro sogno è un Paese in cui tutti i bambini stranieri che nascono in Italia siano cittadini italiani!

Aspettando che questo sogno diventi realtà e che le leggi dello Stato lo permettano, abbiamo deciso di dare a questi bambini nati in Italia e Residenti a Bussero la cittadinanza onoraria.

Cos’è la cittadinanza onoraria?
È un gesto simbolico con cui accogliamo i nostri bambini stranieri nella comunità di Bussero. Le diversità culturali e religiose rappresentano, infatti, una straordinaria ricchezza e un’opportunità di crescita molto importanti per tutti.

Questo nostro gesto è anche un modo per chiedere al Governo e al Parlamento italiano di cambiare la legge sulla cittadinanza, ora regolata con lo ius sanguinis: siamo convinti che chi nasce in Italia debba essere cittadino italiano (ius soli).

Attenzione, però: la cittadinanza onoraria non è la cittadinanza italiana …..

 

Io come tu, la campagna Unicef

Attraverso il Programma Città Amiche e la Campagna Io come Tu, lanciata nel 2010, l’UNICEF Italia propone ai Comuni italiani di compiere gesti che indirizzino la società civile verso una reale cultura dell’inclusione, come quello della concessione della cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera nati o residenti nel Comune.

Pur non avendo nessun effetto giuridico, l’UNICEF riconosce il valore simbolico di questa iniziativa e spera che si diffonda su tutto il territorio nazionale. La cittadinanza onoraria, infatti, può diventare una premessa alla riforma dell’attuale legge e all’effettivo riconoscimento della cittadinanza italiana a chi nasce in Italia da genitori non cittadini.

Scarica programma della campagna Unicef.

 

Un po’ di dati

A Bussero i bambini e le bambine nati in Italia e originari di altri paesi sono 51 e rappresentano ben 15 nazionalità diverse.

Campagna “IO COME TU. MAI NEMICI PER LA PELLE”

Oasi Ecologica ( orari e regole discarica ecologica )

Visualizza orari e regole della piattaforma ecologica oltre al calendario della raccolta rifiuti porta a porta sul sito di CemAmbiente Spa