CICLOSTAZIONE

Sarà realizzata su un’area di circa 200 mq, una nuova struttura che servirà i ciclisti con una ciclo-officina, per la piccola manutenzione ordinaria e straordinaria, un servizio di 6/8 biciclette a noleggio e 78 nuovi posti custoditi, coperti e con accesso controllato, attraverso un cancello chiuso con una chiave che sarà in possesso dei proprietari che vorranno fare uso del servizio.

 

Previsti inoltre altri 80 nuovi stalli liberi per le biciclette,che sommandosi ai 78 custoditi e a quelli realizzati con l’intervento precedente (LEGGI QUI) arrivano a contare circa 250 posti per il posteggio delle biciclette, che potranno essere ancora ampliati in un prossimo futuro, nella zona adiacente alla stazione della metropolitana, che è dotata di impianto di videosorveglianza (LEGGI QUI)

SCARICA QUI SOTTO TUTTA LA DOCUMENTAZIONE

Progetto Ciclo Stazione

 

Online  la pagina di città metropolitana dove trovare tutte le informazioni utili su  “Welfare Metrpolitano e rigenerazione urbana”, il progetto selezionato all’interno del Bando periferie promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, al quale ha aderito anche il Comune di Busssero.

VAI AL SITO DEL PROGETTO QUI

Al via il progetto che vedrà l’eliminazione definitiva delle barriere architettoniche presso la stazione della metropolitana di Bussero, ma anche la realizzazione di una nuova struttura per la mobilità dolce che prevede una ciclo-stazione, nuovi stalli in sicurezza e il noleggio delle biciclette.

Un progetto complesso ed articolato del valore di 1.158.000 €, finanziati grazie al progetto sovracomunale “Welfare metropolitano e rigenerazione urbana di cui € 1.000.000 previsti sulla stazione della metropolitana per l’abbattimento delle barriere architettoniche e € 158.000 destinati alla realizzazione di una nuova rampa di accesso all’ingresso lato Gessate-Milano, e per la nuova ciclostazione.

IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE

L’abbattimento delle barriere architettoniche, sarà gestito progettualmente da MM e comprenderà la realizzazione una nuova struttura completamente videosorvegliata a livello del piano strada esistente, con la presenza di quattro nuovi  tornelli  che serviranno sia l’entrata che l’uscita sul lato Milano – Gessate.

Nuovo atrio

Stazione retro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I passeggeri diretti da Bussero verso Gessate, invece di accedere ai treni attraversando il sovrapasso esistente, potranno utilizzare la nuova struttura e servirsi così di un ascensore di ultima generazione, veloce e capiente, anche per il trasporto delle biciclette, percorrere un tunnel 4,50mt di larghezza e 2,50 mt di altezza, illuminato e videosorvegliato, per poi accedere ad un altro ascensore che li porterà direttamente sulla banchina esistente, o se preferiscono, continuare ad utilizzare le scale, previste dal progetto adiacenti al vano ascensori.

Mentre i passeggeri diretti verso Milano o in arrivo da Gessate avranno accesso alla struttura esistente che sarà dotata di una nuova rampa per facilitare l’accesso e l’uscita della stazione, o anche in questo caso, continuare ad utilizzare le scale che non saranno eliminate.

Il progetto finanziato grazie al bando periferie, ha visto un cofinanziamento dell’Amministrazione Comunale del 20% dell’intero importo pari a € 231.600

CICLOSTAZIONE

Sul lato ovest della stazione, lato Bussero, sarà inoltre realizzata su un’area di circa 200 mq, una nuova struttura che servirà i ciclisti con una ciclo-officina, per la piccola manutenzione ordinaria e straordinaria, un servizio di 6/8 biciclette a noleggio e 78 nuovi posti custoditi, coperti e con accesso controllato, attraverso un cancello chiuso con una chiave che sarà in possesso dei proprietari che vorranno fare uso del servizio.

RENDER3

RENDER1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Previsti inoltre altri 80 nuovi stalli liberi per le biciclette,che sommandosi ai 78 custoditi e a quelli realizzati con l’intervento precedente (LEGGI QUI) arrivano a contare circa 250 posti per il posteggio delle biciclette, che potranno essere ancora ampliati in un prossimo futuro, nella zona adiacente alla stazione della metropolitana, che è dotata di impianto di videosorveglianza (LEGGI QUI)

GUARDA QUI TUTTO IL PROGETTO

 

 

 

Lo scorso 18 maggio 2017, presso la Prefettura di Milano, 80 Sindaci del Milanese, i rappresentanti della Città Metropolitana ed il prefetto Luciana Lamorgese hanno firmato il Protocollo “Per un’accoglienza equilibrata, sostenibile e diffusa dei richiedenti la protezione internazionale”, alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti.

I comuni firmatari del Protocollo, la cui durata si estenderà fino al 31 dicembre 2018, avranno, rispetto agli altri, maggiori garanzie. In particolare, nei 20 Comuni dell’Adda Martesana (Basiano, Bussero, Bellinzago Lombardo, Cassano d’Adda, Cassina de’ Pecchi Cernusco sul Naviglio, Gorgonzola, Grezzago, Liscate, Masate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Pozzo d’Adda, Rodano, Segrate, Settala, Trucazzano, Vaprio d’Adda e Vignate) saranno assegnati circa 500 richiedenti asilo, al posto dei 1.000 previsti dal Piano Anci e Ministero dell’Interno, escludendo, così, ulteriori altre assegnazioni.

La firma del Protocollo permetterà di:

  • concordare le strutture ospitanti, escludendo i grandi edifici per evitare impatti troppo forti sul territorio;
  • avere un maggior controllo, da parte dei Sindaci, sulle disponibilità che i privati daranno alla Prefettura e che fino ad oggi potevano essere date senza mettere a conoscenza le amministrazioni. Tutte clausole, di cui, invece, non beneficeranno i Comuni non firmatari del Protocollo.

“Un accordo serio, responsabile, equilibrato e necessario, per ridurre al minimo l’impatto sulla nostra comunità di una questione certamente più grande di noi –ha dichiarato il sindaco Curzio Rusnati– Sono certo che anche in questo caso sapremo costruire un progetto comune tra istituzioni a livello sovracomunale, in collaborazione con associazioni del terzo settore e organizzazioni aventi finalità sociale, per accogliere, gestire e integrare i richiedenti asilo e i rifugiati”.

 

 

Sono iniziate in questi giorni le indagini geotecniche propedeutiche all’avvio dei lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche alla stazione MM2 di Bussero, nell’ambito del progetto “Welfare Metropolitano e Rigenerazione Urbana” finanziato grazie al “bando periferie” di città metropolitana (LEGGI QUI).

Il progetto, inserito nel Programma di intervento “Riqualificazione urbana e territoriale degli ambiti delle stazioni MM2 lungo l’asse della Martesana”, prevede la creazione di un sottopasso con scale ed ascensori per raggiungere la banchina sud, la costruzione di una rampa di accesso alla banchina nord ed una ciclostazione con circa 80 (ottanta) stalli ampliabili coperti e custoditi.

RENDER4-1Il costo complessivo dei lavori è pari a € 1.158.000 coperti all’80% con un finanziamento statale. Importanti interventi attesi da anni che seguono quelli già realizzati in piazza De Gaspari, quali: riordino della viabilità e ampliamento area parcheggi cicli e motocicli, potenziamento illuminazione con lampade led, installazione di un sistema di videosorveglianza.

Giovedì 18 Maggio alle ore 20.30 presso l’aula consiliare del Comune di Cassina de’ Pecchi di via De Gasperi 1 , saranno presentati tutti i progetti relativi alla riqualificazione urbana e territoriale degli ambiti delle stazioni MM2.