Avviso

richiesta di iscrizione

ELENCO AREE A VERDE unione

ELENCO FOGLIE unione

TABELLA LAVORAZIONI unione

TAV 1 Planimetria generale

TAV 2 unione

TAV 3 unione

SI EVIDENZIA CHE LA RICHIESTA DI ISCRIZIONE ALL’ELENCO DELLE IMPRESE AGRICOLE LOCALI DOVRA’ ESSERE PRESENTATA OBBLIGATORIAMENTE MEDIANTE L’UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA TELEMATICA DI REGIONE LOMBARDIA SINTEL

COMUNICATO STAMPA

Taglio degli alberi su aree private adiacenti via Pertini.  Il Sindaco, sulla sicurezza non si scherza”

 Rispettate tutte le procedure. Il taglio è avvenuto secondo i corretti passaggi formali e a tutela della sicurezza e dell’incolumità. Ad ottobre la ripiantumazione con 100 pioppi bianchi

A seguito della vicenda relativa al taglio degli alberi sui terreni privati adiacenti via Pertini, l’amministrazione comunale intende chiarire alcuni importanti aspetti.

Dopo i violenti temporali di Febbraio 2018 che hanno provocato lo schianto sulla strada provinciale SP 120 di alcuni grossi rami di alberi situati sui terreni in oggetto, Città Metropolitana, ha richiesto la messa in sicurezza dell’area, dando così il via alla procedura di intervento sostenuta dalla relazione agronomica predisposta dal Dr. Giorgio Galimberti e Commissionata dall’Ing. Paolo Meregalli, conduttore dei terreni.

Tale relazione ha evidenziato «la presenza estesa e diffusa di marciume radicale e carie del colletto sulle piante esaminate da rendere obbligatoria (senza necessità di ulteriori analisi strumentali) l’attribuzione in classe “D” di propensione al cedimento e di conseguenza il non procrastinabile abbattimento degli esemplari esaminati».

Successivamente alla comunicazione  opportunamente inoltrata via Pec in data 16 novembre 2018 al Parco Agricolo Nord Est e all’amministrazione comunale dai proprietari dei terreni, si è proceduto ad autorizzare l’intervento, vincolandolo  alla ripiantumazione dei filari nel prossimo autunno con circa 100 nuovi impianti di essenza “pioppo bianco”, che a differenza delle piante tagliate, non produce polline e non crea allergie.

«Quegli alberi, come si può facilmente comprendere e vedere, andavano tagliati perché affetti per più dell’ 85% da una patologia che ne aveva  irrimediabilmente minato la stabilità, afferma perentorio il Sindaco. Tutte le procedure sono state opportunamente rispettate, assicurando i passaggi formali, di un’operazione–ha ribadito il Sindaco Curzio Rusnatiche insiste su aree agricole e private e delle quali proprio i privati rispondono in sede civile e penale. Il nostro primo dovere come amministratori, insieme a loro, è quello di garantire la sicurezza dei cittadini che transitano su quelle aree  grazie alla concessione dei proprietari e l’incolumità dei lavoratori che operano su quei campi. Sono queste le reali motivazioni sulle quali abbiamo autorizzato l’intervento. La manutenzione, anche quando è dolorosa, è la vera politica ambientale che ci interessa, il resto è solo speculazione strumentale a fini politici. Nessuna variante al PGT –assicura il Sindaco- ogni ipotesi o illazione di futura urbanizzazione è pura fantasia».

 Anche la proprietà è intervenuta con una nota dichiarandosi pronta a qualsiasi chiarimento:

«L’operazione –ha dichiarato l’Ing. Meregalli conduttore dei terreni- non è condotta da persone malvagie mosse da chissà quale interesse ma da chi tiene pulito il territorio, lo coltiva e lo regima. Siamo gli stessi che danno accesso all’area, ripristinano i percorsi e tengono pulito rimuovendo rifiuti abbandonati e piante morte. Chi avrebbe risposto se una di quelle piante ad altro fusto fosse caduta e avesse provocato eventualmente una disgrazia come quella successa solo 4 anni fa a Melzo dove un conducente di un trattore ha perso la vita?»

A titolo informativo pubblichiamo alcune foto che attestano lo stato degli alberi malati al momento del taglio.

20190323_104528

20190323_104524

20190323_105233

20190323_110105

20190323_110129

20190323_110154

20190323_110736

20190323_105027

20190323_110114

20190323_110731

20190323_105557

20190323_110744

 

 

Decoro urbano e senso civico. Ultimo appello dell’amministrazione ad esporre i rifiuti su strada non prima delle 18.00 del giorno precedente alla raccolta.

A seguito della comunicazione relativa all’ordinanza sindacale N.3 del 22 Febbraio 2018, e del successivo periodo di sensibilizzazione e tolleranza, che ha coinvolto i cittadini e gli amministratori di condominio, l’Amministrazione Comunale rende noto che a partire dal mese di dicembre  è attiva la procedura sanzionatoria, verso chi esporrà i rifiuti solidi urbani e raccolta differenziata porta a porta su strada, al di fuori  dell’orario indicato.

L’esposizione su strada della frazione secco, umido, carta, vetro e multipak, dovrà essere effettuata tassativamente dalle ore 18.00 del giorno precedente alle ore 6.00 del giorno di raccolta.

La procedura sanzionatoria–ha dichiarato il primo cittadino Curzio Rusnatiè l’extrema ratio nei confronti dell’attenzione e del rispetto che tutti dovremmo avere verso gli altri cittadini e il nostro territorio. Oltre all’aspetto di decoro urbano, infatti, lasciare i rifiuti su bordo strada per lungo tempo può creare difficoltà al passaggio pedonale e spiacevoli condizioni igenico sanitarie, rendendo ancora più difficile il lavoro degli operatori ecologici incaricati della pulizia il giorno seguente alla raccolta. Siamo certi –ha sottolineato il Sindaco Rusnati– della collaborazione che i nostri cittadini e gli amministratori di condominio sapranno dare nel rispetto dell’ordinanza e del senso civico di tale provvedimento”.

A tal proposito si ricordano i giorni e le modalità della raccolta differenziata:

MERCOLEDI

Frazione secco– in sacchi semitrasparenti;

Frazione umido– direttamente in secchi o bidoni carrellati di colore marrone, o previo utilizzo di sacchetti in mater-bi;

VENERDI

Carta e cartone– in bidoni di colore bianco o in sacchi di carta, scatole di cartone e pacchi legati (peso non superiore a 20 Kg);

Vetro – bottiglie e vasetti di vetro direttamente in secchi o bidoni carrellati di colore verde ;

SABATO

Multipak– in sacchi semitrasparenti da conferire a terra o nei secchi e7o bidoni carrellati di colore blu già in uso;

Frazione umido– direttamente in secchi o bidoni carrellati di colore marrone, o previo utilizzo di sacchetti in mater-bi;

A partire dal 1 Febbraio anche a Bussero arriva l’ecuosacco, la nuova modalità di raccolta differenziata e conferimento della frazione secca, attiva già su 28 comuni dell’azienda CEM, per un totale di 300 000 abitanti.

I sacchi rossi prepagati, saranno collegati alle famiglie e alle utenze non domestiche, attraverso un codice a barre, che ne identifica personalmente l’utenza e saranno forniti gratuitamente ai cittadini.

La modalità di attribuzione del numero di sacchi, ormai consolidata negli altri comuni dove è attiva la sperimentazione, prevede, per una famiglia media composta da 3 persone, il conferimento di 75 sacchi da 30 litri parametrati a seconda dei componenti del nucleo famigliare e/o della presenza di neonati o di persone non autosufficienti.

Nel caso si avesse bisogno di ulteriori sacchi rossi, è sempre possibile acquistarli presso l’ufficio ecologia.

A cambiare sarà prevalentemente una più puntuale attenzione al conferimento della frazione secca, che dovrà essere separata con ancora maggior cura dai residui di plastica, alluminio, metallo, carta e residui di umido.

Per fornire tutte le informazioni utili alla cittadinanza, l’Amministrazione Comunale in accordo con CEM, ha in programma nel mese di Gennaio due assemblee pubbliche, la prima per le utenze non domestiche che si terrà l’8 Gennaio alle ore 21.00in biblioteca e la seconda, prevista per il 15 Gennaioalla presenza del Sindaco e dell’azienda CEM alle 21.00 in biblioteca per le utenze domestiche.

Oltre ai due momenti pubblici è prevista una distribuzione puntuale del nuovo calendario per il ritiro dei rifiuti, mentre per qualsiasi dubbio sarà sempre possibile consultare il sito di CEM Ambiente all’indirizzo: https://www.cemambiente.it/, scaricare l’app, o contattare il numero verde all’ 800 34 22 66.

 

Nel mese di gennaio avverrà anche la distribuzione dei sacchi rossi presso il Municipio di Piazza Diritti dei Bambini, dove qualsiasi membro del nucleo famigliare potrà recarsi per il ritiro, purché munito di  Tessera Sanitaria (CRS).

Oltre all’Ecuosacco, l’amministrazione Comunale, fornirà gratuitamente anche 2 rotoli da 25 sacchi per il conferimento del Multipack.

Ecco i giorni e gli orari per il ritiro:

Venerdì      11 gennaio              dalle 15.00 alle 19.00

Sabato       12 gennaio             dalle   9.00 alle 12.00    dalle 14.00 alle 18.00

Domenica  13 gennaio              dalle   9.00 alle 12.00

Venerdì      18 gennaio              dalle 15.00 alle 19.00

Sabato       19 gennaio             dalle   9.00 alle 12.00    dalle 14.00 alle 18.00

Domenica  20 gennaio              dalle   9.00 alle 12.00

Giovedì      24 gennaio             dalle 15.00 alle 19.00

Venerdì      25 gennaio              dalle 15.00 alle 19.00

Sabato       26 gennaio             dalle   9.00 alle 12.00    dalle 14.00  alle 18.00

Lunedì       28 gennaio              dalle   9.00 alle 12.00

ATTENZIONE

GLI UTENTI INTESTATARI DI PIU’ UTENZE OVVERO CON PIU’ POSIZIONI T.A.R.I., POTRANNO EFFETTUARE IL RITIRO DEI SACCHETTI NEI GIORNI SOPRA INDICATI, SOLO DOPO ESSERSI RECATI ALL’UFFICIO TRIBUTI DEL COMUNE, PREVIO APPUNTAMENTO DA CONCORDARSI TELEFONICAMENTE AI NUMERI 02.9533.348  02.9533.347

Ecuosacco avviso
Calendario raccolta differenziata 2019-1
Calendario raccolta differenziata 2019-2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il nuovo Parco della “Martesana” è stato riconosciuto nel territorio di Bussero e Cassina con Decreto del Sindaco Metropolitano (QUI IL TESTO INTEGRALE  DSM 189.2018 Riconoscimento Martesana). Bussero sarà il Comune capofila del nuovo Parco Locale di Interesse Sovracomunale. Oltre 74 ettari distribuiti nel territorio dei Comuni di Bussero e Cassina de’ Pecchi, che prenderanno il nome, proprio dal Naviglio sul quale si affacciano le aree conferite al nuovo parco.

 

Il primo Protocollo di Intesa tra Citta’ Metropolitana e i Comuni di Bellinzago Lombardo, Bussero, Cassina de’ Pecchi, Cernusco sul Naviglio, Gessate, Gorgonzola, Inzago, Milano, Pioltello, Pozzo d’Adda, Vaprio d’Adda, e Vimodrone, finalizzato alla nascita del PLIS risale al 21/12/2015, anche se l’ amministrazione comunale di Bussero aveva già vincolato le aree nell’approvazione nel PGT, a conferma della forte volontà della realizzazione del nuovo Parco.

LE AREE

Il territorio destinato a Parco che insiste sul Comune di Bussero riguarda l’area situata nella zona meridionale lungo il Naviglio, mentre le aree individuate dal Comune di Cassina de’ Pecchi sono in parte situate lungo il Naviglio, in parte limitrofe al Parco Agricolo Sud Milano, mentre un’area di maggiori dimensioni si trova nella zona occidentale a confine con il Comune di Cernusco sul Naviglio. L’istituzione del nuovo Parco inoltre realizza anche il collegamento con il Parco Agricolo Nord Est e con il Parco Agricolo Sud Milano.

SVILUPPO E RISORSE: IL FUTURO DEL PARCO

 

Al centro dello sviluppo del nuovo Parco, ci sono gli accordi con altri enti, strutture e istituzioni per reperire risorse e sviluppare nuove progettualità concrete e realizzabili , ma soprattutto l’ingresso degli altri comuni nel nuovo ente che hanno già manifestato l’interesse a farne parte . Sul futuro del Parco Martesana tra cui Gessate, Gorgonzola, Cernusco sul Naviglio, Vimodrone e con i tempi necessari il Comune di Milano. Sono già in corso invece cont atti con il Politecnico di Milano che fin da subito si è dimostrato interessato allo sviluppo di progettualità inedite e innovative rispetto ad altre esperienze analoghe”.