Dal 04 maggio 2020 gli Uffici Comunali saranno aperti al pubblico solo su appuntamento, salvo che per la distribuzione dell’ ECUOSACCO (sacco rosso per i rifiuti indifferenziati) che sarà effettuata nei giorni di martedì e mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 11.00.

Per tutte le prenotazioni contattare il numero 02.953331 nei consueti orari di apertura

 

In conseguenza dello stato di emergenza sanitaria in atto, dovranno essere osservate le seguenti prescrizioni:

  • PRESENTARSI ALL’ORARIO CONCORDATO  MUNITI DI MASCHERINA (IN MANCANZA NON SARA’ POSSIBILE ACCEDERE);
  • SOTTOPORSI AL CONTROLLO DELLA TEMPERATURA CORPOREA;
  • IN INGRESSO, IGIENIZZARSI LE MANI E INDOSSARE I GUANTI A DISPOSIZIONE;
  • RECARSI ESCLUSIVAMENTE PRESSO L’ UFFICIO CHE EROGA IL SERVIZIO PRENOTATO;
  • IN USCITA, TOGLIERSI I GUANTI GETTANDOLI  NELL’ APPOSITO CONTENITORE E IGIENIZZARSI NUOVAMENTE LE MANI.

 Clicca qui per accedere alla rubrica telefonica completa 

In accordo con l’Amministrazione Comunale, nelle scorse settimane Gruppo CAP ha
avviato le attività per la riapertura della Casa dell’Acqua di via Don Carugo.

Sono state fatte la disinfezione degli impianti e le analisi di controllo della qualità
dell’acqua. Completate queste operazioni, è stato possibile riaprire la Casa
dell’Acqua, che quindi è nuovamente in funzione.

È in ogni caso necessario utilizzarla con prudenza evitando assembramenti e
avendo cura dell’igiene dell’impianto. Per questo tutti i cittadini, in attesa del
proprio turno, devono mantenere la distanza di almeno un metro, e, nel rifornirsi
di acqua, non devono toccare gli erogatori con le mani.

È possibile conoscere lo stato delle Case dell’Acqua e consultare le ultime analisi
effettuate sull’acqua erogata consultando il sito web di Gruppo CAP al seguente link:
https://www.gruppocap.it/attivita/servizio-idrico-integrato/case-dell-acqua

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, Gruppo CAP garantisce la potabilità
dell’acqua che arriva nelle case dei cittadini e la continuità del servizio di
acquedotto, fognatura e depurazione. Restano a disposizione dei cittadini il sito web
gruppocap.it e i numeri verdi Servizio Clienti 800 428 428 (lun-ven dalle 8.00 alle
18.00) e Pronto Intervento 800 175 571 (tutti i giorni h24).

Quest’anno la Festa della Liberazione sarà diversa, ma solo nelle modalità di organizzazione delle celebrazioni.

Ne resta inalterato il valore e la partecipazione di tutti.

Qui il video delle celebrazioni che il Sindaco Curzio Rusnati insieme a Francesca Forte in rappresentanza dell’ANPI di Bussero ha voluto riprendere in favore di tutta la cittadinanza

Viva L’Italia

manifesto25.04_rev1

In applicazione delle disposizioni restrittive legate all’ emergenza coronavirus,  si riepilogano le principali prescrizioni alle quali è necessario attenersi fino a data da destinarsi

Spostamenti

E’ fatto divieto a tutte le persone di spostarsi con mezzi pubblici o privati in un comune diverso rispetto a quello in cui si trovano salvo per comprovate esigenze lavorative di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

 

Spesa

Per quanto riguarda l’approvvigionamento alimentare, la spesa va fatta prioritariamente a Bussero , in alternativa, qualora non fosse possibile reperire un bene nel comune di residenza,  è possibile  recarsi nel punto commerciale più vicino alla propria abitazione,  anche nei comuni immediatamente confinanti.

Si raccomanda di spostarsi per la spesa uno per famiglia e con minor frequenza possibile, e di tenere con sé l’ autocertificazione.

Mercato

E’ sospeso il mercato settimanale del Giovedì mattina (dalle 8.00 alle 13.00) in piazza Donatori del Sangue

 

Animali domestici

E’ consentito portare fuori i propri animali domestici per lo stretto tempo necessario all’ espletamento dei loro bisogni e comunque nell’ arco di 200 metri dalla propria abitazione.

 

Luoghi pubblici

E’ tornata in esercizio la casa dell’acqua di via Don Carugo, dopo un intervento di sanificazione ed analisi della qualità dell’acqua effettuate da CAP, società che gestisce il servizio.

Sono ora accessibili gli orti comunali, secondo il calendario già comunicato ai concessionari, che prevede l’alternanza degli accessi.

Il cimitero è chiuso al pubblico fino a data da destinarsi, in applicazione della circolare del Ministero della Salute, avente ad oggetto “indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19”. Ciò al fine di impedire le occasioni di contagio connesse all’ assembramento dei visitatori.

E’ ripresa l’attività della piattaforma ecologica, secondo i consueti orari.

Sono sospese tutte le zone a disco orario del paese, e i parcheggi a pagamento.

Sono chiusi tutti i luoghi pubblici di svago e destinati allo sport, così come i parchi siano essi aperti o recintati.

 

Numeri utili

Si ricorda che l’amministrazione comunale, in collaborazione con la Protezione Civile e Giovani Bussero, ha attivato i seguenti numeri di emergenza:

Tel. 370 15 15 724 dove è possibile dalle 7.00 alle 22.00 richiedere spesa, farmaci, e pasti a domicilio per persone sole e in difficoltà

Tel. 02 9533329 dove dalle 8.30 alle 14.30 è possibile reperire tutte le informazioni relative all’ emergenza e attivare un servizio di ascolto e supporto psicologico

 

Cari Concittadini,

Vi informiamo che, dopo la prima distribuzione di n. 3.200 mascherine chirurgiche arrivate all’ inizio del mese corrente, ci è stata assegnata la ulteriore disponibilità n. 3.100 pezzi (in confezioni da n. 25),  da distribuire gratuitamente, in confezioni da n. 4 pezzi

Già da oggi la Protezione Civile ed il Gruppo Giovani volontari del Comune, stanno procedendo alla loro consegna “porta a porta”, a tutte le famiglie che comprendono almeno un soggetto di età superiore ad anni 70

A seguito di eventuali ulteriori disponibilità verranno individuati altri criteri di distribuzione.

 

          Il Sindaco

Curzio Aimo Rusnati

 

1^ Distribuzione

Cari Concittadini,

Lunedì 6 aprile abbiamo ritirato la dotazione di mascherine annunciata da Regione Lombardia, da distribuire gratuitamente a chi non è ancora riuscito a trovarle ed alle persone più fragili.

Si tratta di un primo, e speriamo non unico, gesto concreto di attenzione verso i Cittadini lombardi.

Al momento disponiamo di n. 3.200 mascherine, suddivise in n. 320 confezioni sigillate (da 10 pezzi cad.), rispetto ad una popolazione di circa 8.400 persone (appartenenti a circa 3600 famiglie).

I problemi igienici  e connessi alla apertura delle confezioni  (per non compromettere la sterilità delle mascherine) e logistici  (gestione della consegna “porta a porta”) rendono estremamente complesso e poco sicuro procedere con una distribuzione diffusa delle stesse.

Per non disperdere  questo importante dispositivo di protezione individuale e assicurarne un adeguato utilizzo abbiamo deciso di dare priorità ai Cittadini ed alle famiglie che hanno maggiore difficoltà di approvvigionamento.

Stiamo procedendo alla distribuzione secondo i seguenti criteri:

  • ai soggetti in difficoltà economica già individuati mediante il bando per l’assegnazione dei buoni pasto;
  • ai medici di base che potranno consegnarle, con le opportune garanzie sanitarie, ai loro assistiti che ne abbiano maggiore necessità;
  • agli esercizi commerciali di vicinato che assicurano l’approvvigionamento dei beni di prima necessità, da destinare esclusivamente al proprio personale, senza possibilità di rivendita;
  • alla Caritas locale per le famiglie assistite con servizio di soccorso alimentare;
  • al personale della Protezione Civile ed ai Volontari che quotidianamente si occupano del servizio di pronto spesa, pronto pasto, pronto farmaco e pronto buoni, che nuovamente ringraziamo per il servizio svolto.

A seguito di eventuali ulteriori disponibilità verranno individuati altri criteri di distribuzione, cercando sempre di sostenere coloro che – più di altri – ne abbiano necessità per motivi di disagio economico o sociale.

         Il Sindaco

Curzio Aimo Rusnati

 

Con un videomessaggio che trovate QUI il Sindaco di Bussero Curzio Rusnati ha voluto aggiornare la Cittadinanza sull’emergenza coronavirus in paese.

La situazione sanitaria è in discreto miglioramento rispetto ai numeri del contagio e si registrano anche alcune dimissioni dai ricoveri in ospedale.

Le misure economiche per fronteggiare l’emergenza sono già state erogate per un terzo rispetto a quelle destinate a Bussero dal Governo, e l’Amministrazione Comunale sta valutando ulteriori contributi che vanno anche oltre il periodo stabilito.

Restano in vigore tutte le misure di restrizione stabilite dai DPCM e ulteriori ordinanze sindacali (LEGGI QUI), con le seguenti variazioni:

  • il cimitero che sarà chiuso al pubblico fino a data da destinarsi, in applicazione della circolare del Ministero della Salute, al fine di impedire le occasioni di contagio connesse all’ assembramento dei visitatori;
  • é ripresa l’attività della piattaforma ecologica, secondo i consueti orari;
  • proseguono gli interventi di igienizzazione delle strade e dei luoghi maggiormente frequentati;
  • a breve dopo un intervento di sanificazione, tornerà in esercizio la casa dell’acqua.

 

 





Si informa che in applicazione della circolare del Ministero della Salute, avente ad oggetto “indicazioni emergenziali connesse ad epidemia COVID-19”, il Cimitero resterà chiuso al pubblico, fino a data da destinarsi. Ciò al fine di impedire le occasioni di contagio connesse all’assembramento dei visitatori.

A seguito delle numerose segnalazioni di cittadini, si comunica che la Polizia Locale Centro Martesana, su indicazioni dell’Amministrazione Comunale,  effettuerà, in questo fine settimana, controlli a tappeto sul nostro comune per prevenire assembramenti in occasione di Pasqua e Pasquetta.

Per evitare pericolosi rischi per la popolazione, oltre ai normali servizi di pattugliamento, gli agenti effettueranno controlli del territorio con sorvolo dei droni.

«Un atto più che dovuto -ha dichiarato il Sindaco Curzio Rusnatisoprattutto nei confronti di tutti quei cittadini che fin dal primo giorno si sono attenuti scrupolosamente alle prescrizioni con grande spirito di sacrificio e senso della comunità, perché in questo momento stare a casa non è solo un comportamento responsabile individuale ma soprattutto un dovere nei confronti di tutta la collettività»

Si ricorda che le sanzioni amministrative, in caso di violazioni partono da 400 euro e  si rischiano anche gravi denunce penali.

Con un videomessaggio che trovate qui sotto, il Sindaco di Bussero  Curzio Rusnati,  ha voluto aggiornare la cittadinanza sulla situazione dell’emergenza coronavirus.

Continua il monitoraggio sanitario quotidiano dei dati sul contagio che potrete trovare CLICCANDO QUI.

Dai dati emerge una situazione che ha impattato la cittadinanza sul contagio diretto e indiretto per l’1%, mentre solo lo 0,3% ha contratto il virus direttamente.

«Dati questi che non ci devono far abbassare la guardia, anzi, -ha detto il Sindaco -ho disposto attraverso Polizia Locale e Carabinieri un’intensificazione dei controlli e del presidio sul territorio per il rispetto delle prescrizioni».

A seguito di alcune segnalazioni pervenute in Comune si raccomanda ai cittadini, specie se anziani e in difficoltà, di non aprire a nessuna persona che tenti di contattarli al domicilio per vendere mascherine o dispositivi di protezione individuale, ma anzi di contattare prontamente alle Forze dell’Ordine in questo caso. Nessun incaricato del Comune è autorizzato a recarsi al domicilio se non è stato preventivamente contattato telefonicamente dai cittadini stessi.

Nel messaggio alla cittadinanza il Sindaco ha poi indicato i criteri e le modalità per l’accesso alla misura “Buono Spesa Alimentare”, (QUI tutte le informazioni a riguardo).  L’iniziativa ha come obiettivo quello di sostenere chi ha perso il reddito e si trova in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus. A questo proposito l’Amministrazione Comunale ha avviato una raccolta fondi al fine di sostenere ulteriormente le famiglie in difficoltà, mettendo a disposizione il conto corrente del Comune di Bussero, dove sarà possibile effettuare una donazione versando quanto si desidera sull’  IBAN: IT 52 N 08453 32680 000000062716 specificando la causale: DONAZIONE COVID